L’unico “campo” originale

Il termine “campo” deriva dalla sua natura inizialmente erbosa: prato, terra battuta, a volte anche orto coltivato. Negli anni, i campi sono stati pavimentati in cotto, poi in mattoni a “spina di pesce” o “cesto”. Ma ad oggi si può ancora ammirare un campo che conserva l’originale pavimentazione erbosa: Campo San Pietro, a Castello.