Basilica del Santissimo Redentore

È firmata da Andrea Palladio anche la Basilica del Santissimo Redentore. Anzi, è proprio questa una delle sue massime espressioni di architettura religiosa. È stata eretta in una posizione dominante rispetto al Bacino di San Marco per celebrare la fine della terribile pestilenza del 1574 che portò via più di un terzo dei veneziani (e tra loro anche il Tiziano). Qui ogni terza domenica di luglio si svolge la Festa del Redentore, una delle più suggestive e più sentite della città . Tra le maggiori opere presenti nella basilica, i dipinti di Pietro Vecchia, Jacopo Tintoretto e Jacopo Palma il Giovane, ma soprattutto la bellissima pala con il Battesimo di Cristo di Paolo Veronese.